27 ottobre 2021 – È inutile negarlo: ormai Halloween è diventato occasione di celebrazione anche in Italia. Zucche, pipistrelli, streghe e case infestate sono all’ordine del giorno nel Belpaese così come negli Stati Uniti, dove i più appassionati del genere cominciano danno il via ai festeggiamenti già il 1° di ottobre con allestimenti e costumi a tema.

Per gli italiani è invece il giorno festivo di Ognissanti (1° novembre) che offre un momento di pausa dal lavoro o dalle attività scolastiche, soprattutto se come quest’anno cade di lunedì.

Grazie a questo mini “ponte” è possibile infatti organizzare un weekend lungo dall’atmosfera spettrale: Trainline, app leader in Europa per viaggiare in treno e pullman, consiglia infatti i 5 luoghi più spaventosi ma allo stesso tempo suggestivi in Italia da raggiungere in treno durante l’imminente ponte autunnale.

Con l’app di Trainline è infatti possibile acquistare i biglietti del treno direttamente dal proprio smartphone, confrontando i prezzi delle principali tratte locali, nazionali e internazionali addirittura potendo scegliere il proprio posto a bordo.

Ecco quindi i 5 luoghi dall’atmosfera “creepy” tutti raggiungibili via treno.

La Cripta dei Cappuccini a Roma

Città che ospita alcuni dei più celebri e iconici monumenti al mondo, Roma non è solo simbolo della “dolce vita” ma offre anche lei la sua dose di vibes spettrali.

A pochi passi dalla fontana del Tritone del Bernini, in via Vittorio Veneto, si trova infatti la Cripta dei Cappuccini, luogo tanto affascinante quanto dotato di una bellezza a tratti inquietante: sul lungo corridoio si affacciano infatti cinque piccole cappelle, tutte interamente decorate con ossa umane disposte a formare complessi motivi.

Le ossa non sono altro che i resti di oltre 4.000 frati vissuti nel convento e morti tra il 1500 e il 1800. È possibile raggiungere Roma in poche ore prendendo un treno ad alta velocità dalle principali città italiane come Torino, Milano, Venezia, Firenze e Napoli.

L’ex ospedale psichiatrico di Volterra

Gli ospedali psichiatrici (una volta impropriamente definiti “manicomi”) rappresentano uno delle location più iconiche per film o serie tv horror come The Ward o AmericanHorror Story – Asylum.

Non molti sanno però che anche nella toscana Volterra si trova un ex ospedale psichiatrico aperto al pubblico. La visita guidata comprende un itinerario tra i padiglioni della struttura alla scoperta dei luoghi, del vissuto manicomiale, delle pratiche terapeutiche e del materiale sanitario recuperato dai tempi in cui l’ospedale era ancora attivo. Volterra è raggiungibile tramite treni Intercity e regionali dalle principali città del nord e centro Italia.

La Cappella Sansevero a Napoli

Da tempo immemore la città di Napoli è legata a doppio filo all’aldilà e al mondo dei defunti, con i quali nutre un profondo legame di cui ne sono testimonianza i numerosi monumenti e luoghi dal fascino esoterico. Uno su tutti è la Cappella Sansevero, situata nelle vicinanze di Piazza San Domenico Maggiore.

Neanche a dirlo, leleggende partenopee su questo luogo affermano che le sorprendenti opere d’arte in essa presenti (tra cui la celeberrima statua del Cristo Velato) sono il risultato di stregoneria e magia nera. La cappella è inoltre pervasa da un’atmosfera oscura e da una forte presenza di simbolismo massonico. Napoli è facilmente raggiungibile dalle principali città italiane grazie ai collegamenti ferroviari di alta velocità.

Il Portone del Diavolo a Torino

Elegante e discreta all’apparenza, anche il capoluogo piemontese nasconde luoghi dal fascino esoterico. Uno di questi è il portone di Palazzo Trucchi di Levaldigi, meglio conosciuto come il Portone del Diavolo, da cui oggi si accede alla sede della Banca Nazionale del Lavoro. Si dice che il portone sia comparso dal nulla una notte, alimentando le credenze popolari.

Si narra inoltre che, quella notte, un apprendista stregone avesse invocato le forze oscure e lo stesso Satana, infastidito dall’invocazione, imprigionò il mago costringendolo a restare all’interno per l’eternità. Anche Torino si trova sull’asse dell’alta velocità ferroviaria.

Ca’ Dario a Venezia
Ultima, ma dall’aspetto non meno sinistro è Ca’ Dario, la cosiddetta “casa maledetta” situata alla fine del Canal Grande a Venezia. L’elegante palazzo, completamente decorato di marmi policromi e famosissimo in tutto il mondo, stando alle leggende popolari sembrerebbe essere oggetto di una maledizione che porterebbe tutti i suoi proprietari o abitanti a finire sul lastrico o, peggio, a morire di morte violenta.

Fortunatamente per i credenti in queste leggende, nel 2006 la proprietà è passata a una società americana in rappresentanza di un acquirente ignoto ed è attualmente in fase di restauro. Venezia è velocemente raggiungibile dalle principali città italiane tramite treni ad alta velocità e Intercity.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *